Logo aziendale

PMI

Bando SIMEST transizione digitale o ecologica

FINANZIAMENTI A TASSO AGEVOLATO + CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO

PMI

Bando SIMEST transizione digitale o ecologica

FINANZIAMENTI A TASSO AGEVOLATO + CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO

PMI

Bando SIMEST transizione digitale o ecologica

FINANZIAMENTI A TASSO AGEVOLATO + CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO

Come richiedere il bando

Intervento Agevolativo per la realizzazione di investimenti per l’innovazione digitale e/o per la transizione ecologica, nonché per il rafforzamento patrimoniale dell’Impresa, a beneficio della competitività sui mercati internazionali. Ferme restando le ipotesi particolari in seguito previste, l’Impresa Richiedente deve destinare almeno il 50% dell’importo deliberato a investimenti digitali e/o ecologici, e la restante parte, fino al 50%, può essere destinata a ulteriori investimenti volti al rafforzamento patrimoniale.

Fermo restando quanto sopra, la quota destinata a Ulteriori Investimenti è elevata fino a: 

  1. 70% dell’importo deliberato a condizione che l’Impresa fornisca evidenza, in fase di rendicontazione, di: i. un incremento dei costi energetici pari ad almeno il 100%, come risultante dal confronto dei Bilanci relativi agli ultimi due esercizi precedenti alla presentazione della domanda e come dichiarato e asseverato da un soggetto indipendente iscritto al Registro dei Revisori Contabili tenuto dal MEF secondo il format nella sezione “Format disponibili sul Sito” della Circolare e ii. un Fatturato export pari ad almeno il 20% in fase di presentazione della Domanda. 
  2. 80% dell’importo deliberato per le Imprese con Interessi nei Balcani Occidentali; 
  3. 90% dell’importo deliberato per le Imprese con unità locali o sedi operative localizzate nei territori colpiti dagli eventi alluvionali verificatisi a partire dal 1° maggio 2023 individuati nell’Allegato I del DL 61/2023.

Chi potrà beneficiarne

A tutte le imprese, e in particolare alle Micro, Piccole e Medie Imprese.

Questo finanziamento si rivolge anche:

  • alle PMI delle filiere produttive;
  • alle Imprese con Interessi nei Balcani Occidentali;
  • alle Imprese localizzate nei territori colpiti dagli eventi alluvionali verificatisi a partire dal 1° maggio 2023;
  • al Rafforzamento della solidità patrimoniale delle imprese con vocazione internazionale

Caratteristiche dell’incentivo

Fermo restando l’importo minimo di euro 10.000, l’importo massimo dell’Intervento Agevolativo (finanziamento agevolato) che può essere richiesto è pari al minore tra: 

  1. il 35% dei ricavi medi risultanti dagli ultimi due bilanci; 
  2. gli importi indicati nella tabella di seguito:

L’Impresa Richiedente può chiedere un cofinanziamento a fondo perduto fino al 10% dell’Importo dell’Intervento Agevolativo e comunque fino a un massimo di € 100.000, che è riconosciuto quale incentivazione alle Imprese Richiedenti in presenza dei seguenti requisiti: 

  1. È una PMI (anche Micro Impresa), con sede operativa nelle Regioni del Sud-Italia (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia) costituita dal almeno 6 mesi; 
  2. È una PMI (anche Micro Impresa), in possesso di certificazioni ambientali/di sostenibilità (ISO 45001, ISO 14001, SA8000); 
  3. È una PMI (anche Micro Impresa), giovanile (i.e. impresa costituita almeno al 60% da giovani tra i 18 e i 35 anni oppure per le società di capitali, impresa in cui le quote di partecipazione sono detenute per almeno il 60% giovani tra i 18 e i 35; 
  4. È una PMI (anche Micro Impresa), femminile (i.e. impresa costituita almeno al 60% da donne oppure per le società di capitali, impresa in cui le quote di partecipazione sono detenute per almeno il 60% da donne); 
  5. È una PMI (anche Micro Impresa), con una quota di fatturato export risultante dalle dichiarazioni IVA degli ultimi due esercizi pari ad almeno il 20% sul fatturato totale; 
  6. È una PMI (anche Micro Impresa), innovativa (i.e. impresa registrata come PMI innovativa presso la sezione speciale della camera di commercio); 
  7. È un’impresa anche non PMI o Micro Impresa, in possesso di certificazioni ambientali/di sostenibilità (ISO 45001, ISO 14001, SA8000) e che entro la data della prima Erogazione può fornire evidenza di: 
    • aver emesso una Sustainable Procurement Policy (SPP) contenente principi ESG; 
    • adesione di almeno 5 fornitori dell’Impresa Richiedente, con contratti di fornitura stipulati da almeno 12 mesi dalla presentazione della Domanda, a uno o più principi ESG contenuti nell’SPP; 
    • processo di implementazione della suddetta Policy; 
    • piani correttivi in caso di non conformità di uno o più fornitori (ad esempio chiusura rapporto con il suddetto fornitore o diffida e tempo per adeguarsi); 
    • strumenti e modalità di monitoraggio dei fornitori con riferimento al rispetto alla conformità alla suddetta Policy 
  8. È un’impresa (anche non PMI o Micro Impresa), con Interessi diretti nei Balcani Occidentali; 
  9. È un’impresa (anche non PMI o Micro Impresa), con unità locale o sede operativa localizzata nei territori colpiti dagli eventi alluvionali verificativi a partire dal 1° maggio 2023.

Non perdere gli altri bandi attivi:

Bando Not&Sipari – Fondazione CRT

Il bando Not&Sipari interviene in modo sistematico a sostenere iniziative ed eventi musicali, teatrali o coreutici di tipo prettamente professionale, sperimentale e comunque di rilevanza locale in Piemonte e Valle d’Aosta.

LEGGI TUTTO

Richiedi informazioni

Contattaci

Abifin è il posto giusto in cui trovi l’opportunità di realizzare i tuoi progetti.

Che tu sia un’impresa o un’associazione, i nostri uffici sapranno trovare il bando più adatto alle tue esigenze.

Contattaci

Logo favicon Abifin

Trova la soluzione più adatta ai tuoi bisogni.