Logo aziendale

IMPRESE COLPITE DA ALLUVIONE

Bando imprese esportatrici alluvionate

FINO A 1.500.000 EURO A FONDO PERDUTO

IMPRESE COLPITE DA ALLUVIONE

Bando imprese esportatrici alluvionate

FINO A 1.500.000 EURO A FONDO PERDUTO

IMPRESE COLPITE DA ALLUVIONE

Bando imprese esportatrici alluvionate

FINO A 1.500.000 EURO A FONDO PERDUTO

Come richiedere il bando imprese alluvionate

Contributo a sostegno dei comprovati danni diretti subiti dalle imprese esportatrici localizzate nei territori colpiti dall’alluvione, al fine di consentire la tempestiva ripresa delle attività delle stesse.

Le domande possono essere inviate a partire dal 26 giugno 2023.

Chi potrà beneficiarne

Ai fini dell’ammissibilità al Contributo l’Impresa Richiedente deve: 

  1. avere sede legale in uno Stato membro dell’Unione Europea; 
  2. avere almeno una sede operativa o una unità locale, registrata presso il Registro delle Imprese alla data dell’Evento nei Territori interessati; 
  3. essere regolarmente costituita e iscritta nel registro delle imprese e in stato di attività; 
  4. alla data di presentazione della domanda, avere depositato presso il Registro imprese il Bilancio relativo all’esercizio 2022, o in alternativa, ove non depositato in virtù di una proroga dei termini per il deposito, l’ultimo bilancio depositato per i quali siano scaduti i termini di deposito (Bilancio relativo all’esercizio 2021); 
  5. avere un Fatturato Export pari ad almeno il 10%; 
  6. aver subito un Danno alla data dell’Evento certificato da una Perizia Asseverata; 
  7. essere in regola con le disposizioni vigenti in materia di normativa del lavoro e di prevenzione degli infortuni e con gli obblighi contributivi, come risultante dal DURC; 
  8. non risultare inadempiente ad altre obbligazioni assunte nei confronti della SIMEST in qualità di gestore di fondi pubblici. 
  9. non 
    1. essere coinvolta in una procedura concorsuale (non deve pertanto essere soggetta ad alcuna procedura concorsuale, né deve aver presentato domanda per una procedura concorsuale) o trovarsi in stato di fallimento ai sensi della legge fallimentare ove applicabile; 
    2. essere coinvolta in una procedura concorsuale (liquidazione giudiziale o concordato preventivo o in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la normativa vigente) e comunque non avere chiesto l’accesso a uno strumento di regolazione della crisi e dell’insolvenza e non avere avviato una procedura di composizione negoziata della crisi ai sensi del nuovo Codice della Crisi e dell’Insolvenza; 
    3. essere in condizioni tali per cui una procedura concorsuale possa essere richiesta nei suoi confronti; 
    4. essere in stato di scioglimento o liquidazione volontaria, di amministrazione controllata o straordinaria, o in qualsiasi altra situazione equivalente secondo la normativa vigente; 
  10. non trovarsi già alla data del 31 dicembre 2022 in difficoltà ai sensi dell’articolo 2, punto 18, del regolamento (UE) n. 651/2014, salvo che l’Impresa provi che alla data dell’Evento non si trovava più in difficoltà; 
  11. non rientrare nell’ambito delle Esclusioni (settori finanziario, pesca, agricoltura, attività manifatturiere delle sezioni 10.11, 10.12,  imprese destinatarie di sanzioni) – salvo quanto indicato al punto successivo. 
  12. Qualora l’Impresa Richiedente sia attiva solo in via secondaria nel settori della pesca e dell’acquacoltura e nel settore della produzione primaria di prodotti agricoli – e a tal fine, si farà riferimento ai settori come indicati alla CCIAA, deve rilasciare “Dichiarazione dell’Impresa Richiedente attestante che il Contributo non riguarda i settori esclusi”. 

Caratteristiche dell’incentivo

L’importo massimo del Contributo è riconosciuto: 

  • per gli attivi non coperti da polizza assicurativa, fino all’80% del valore dei Danni certificati nella Perizia Asseverata; 
  • per gli attivi/coperti da polizza assicurativa, fino al 100% del valore dei Danni certificati nella Perizia Asseverata non rientranti nelle coperture della polizza assicurativa (c.d. franchigia/scoperto o quota non assicurata), come disciplinato ai sensi della polizza assicurativa. 
  • In ogni caso il limite massimo del Contributo concedibile non può superare 1.500.000 euro.

Non perdere gli altri bandi attivi:

Bando Not&Sipari – Fondazione CRT

Il bando Not&Sipari interviene in modo sistematico a sostenere iniziative ed eventi musicali, teatrali o coreutici di tipo prettamente professionale, sperimentale e comunque di rilevanza locale in Piemonte e Valle d’Aosta.

LEGGI TUTTO

Richiedi informazioni

Contattaci

Abifin è il posto giusto in cui trovi l’opportunità di realizzare i tuoi progetti.

Che tu sia un’impresa o un’associazione, i nostri uffici sapranno trovare il bando più adatto alle tue esigenze.

Contattaci

Logo favicon Abifin

Trova la soluzione più adatta ai tuoi bisogni.